Conferenza “L’egittologo triestino Joseph Passalacqua (1797-1865)”

In data 7 giugno 2018 la dott.ssa Pamela Tedesco ha tenuto la conferenza dal titolo “L’egittologo triestino Joseph Passalacqua (1797-1865)” presso la Casa della Musica di Trieste. La conferenza è stata organizzata dal Centro Culturale Egittologico “Claudia Dolzani”.

In questa pagina sono stati raccolti tutti i materiali multimediali e i testi relativi alla conferenza: l’invito, le fotografie, i comunicati stampa, gli articoli, una registrazione e un’intervista.

Invito alla conferenza

Innanzi tutto, qui di seguito si riporta l’invito alla conferenza, creato e distribuito dal Centro Egittologico.

Invito alla conferenza di Pamela Tedesco su Joseph Passalacqua 7-6-2018
Invito alla conferenza di Pamela Tedesco su Joseph Passalacqua (7.6.2018).

Ecco il testo dell’invito:

Il Centro Culturale Egittologico “Claudia Dolzani”
comunica che

Giovedì 7 giugno alle ore 18.00
presso l’Auditorium della Casa della Musica
in Via dei Capitelli, 3

La Dottoressa
Pamela Tedesco
terrà una conferenza dal titolo:

“L’egittologo triestino Joseph Passalacqua (1797 – 1865)”

La Sua presenza sarà particolarmente gradita

Presidente del Centro Culturale
Egittologico Claudia Dolzani
dott.ssa Susanna Lena

Album fotografico

Seguono delle foto, scattate da alcuni uditori.

Registrazione della conferenza

Si condivide, inoltre, un estratto dalla registrazione vocale della conferenza, abbinato alle diapositive mostrate in quell’occasione.

Articoli e comunicati stampa

Qui di seguito vengono riportati tre articoli pubblicati sul quotidiano triestino «Il Piccolo».

1. Estratto dall’articolo di Grazia Palmisano (pubblicato il 9 maggio 2018):

Personaggio eccezionale ancora poco conosciuto, il triestino Joseph Passalacqua (1797-1865) verrà proposto dalla studiosa triestina Pamela Tedesco nell’ultimo incontro di giovedì 7 giugno. Sbarcato in Egitto come mercante di cavalli, il giovane Passalacqua ebbe l’intuizione di raccogliere le antichità egizie per arricchirsi e, con il permesso del pascià, condusse scavi archeologici nelle necropoli di Menfi, Tebe e altre ancora. E proprio a Tebe portò alla luce nel 1823 una camera sepolcrale intatta, mettendo così da parte una collezione senza pari in Europa, costituita com’era da mummie, collane, papiri, statuine ecc. Collezione acquistata dal re di Prussia che non esitò a offrire a Passalacqua 100.00(0) franchi e il posto di direttore nel nuovo Museo Egizio di Berlino, impegno che l’egittologo mantenne per tutta la sua vita.

Articolo del Piccolo (9.5.2018)
Articolo di Grazia Palmisano, pubblicato sul Piccolo del 9 maggio 2018, con il titolo “Passalacqua, dai tesori dell’Antico Egitto a Berlino”.

2. Articolo di Patrizia Piccioni (pubblicato il 7 giugno 2018):

Da aiutante nella vendita di generi alimentari a Trieste a commerciante di cavalli in Egitto, da cacciatore di reperti nelle tombe alla versione nobilitata di archeologo nelle necropoli egizie. Fino al prestigioso incarico, prima di curatore della propria collezione e poi di direttore del museo egizio di Berlino. Il triestino Joseph Passalacqua nei primi anni dell’800, è riuscito a coniugare mirabilmente imprenditorialità, vita avventurosa, scienza e marketing. Nato nel 1797, l’ambizioso ragazzo capisce presto che fare il garzone nella bottega del padre non lo porterà lontano. E quindi, anticipando di due secoli il fenomeno, diventa un cervello in fuga: dopo una breve parentesi da venditore di cavalli, intuisce l’enorme potenziale economico delle antichità egizie. A distinguerlo ben presto dai “tombaroli”, l’amore e l’interesse che sviluppa per la cultura antica del paese. A 26 anni, nel 1823, con il placet del pascià, porta alla luce una camera sepolcrale inviolata, mettendo così assieme una collezione unica di reperti egizi, che porterà poi in Europa. Una vita avventurosa e ricca di gratificazioni, non solo scientifiche ma anche economiche, poiché il brillante archeologo – imprenditore, è stato un businessman di successo. A raccontare questo pomeriggio alle 18 alla Casa della Musica pagine inedite della sua vita, la scrittrice e storica Pamela Tedesco nella conversazione “L’egittologo triestino Joseph Passalacqua 1797 – 1865: nuovi aspetti biografici”, incontro promosso dal Centro culturale di Egittologia “Dolzani”. Tedesco, che all’avventuroso Indiana Jones dell’800 ha dedicato diversi saggi, ne metterà in rilievo le tappe di vita e di carriera significative: il trasferimento nel ’26 a Parigi, con il progetto (sfumato) di vendere la vasta collezione al Louvre, la cessione al re di Prussia Guglielmo III della stessa per 100mila franchi più il posto di curatore al castello di Marbijuox che l’avrebbe ospitata. E, ancora, attorno agli anni ’50, la nomina di direttore del neo realizzato “Neues Museum” egizio di Berlino. Ingresso libero.

Articolo del Piccolo (7.6.2018)
Articolo di Patrizia Piccioni pubblicato sul Piccolo del 7 giugno 2018, con titolo “Joseph Passalacqua, un triestino a spasso nell’antico Egitto”.

3. Estratto dall’articolo di Fabio Pagan (pubblicato il 20 giugno 2018):

E proprio il Centro culturale egittologico intitolato alla Dolzani ha ospitato qualche giorno fa una conferenza della giovane studiosa Pamela Tedesco dedicata a Joseph Passalacqua, singolare figura di egittologo nato a Trieste nel 1797. Figlio d’un piccolo commerciante di limoni, nel 1820 Passalacqua lasciava Trieste per l’Egitto, dove cominciò a raccogliere reperti archeologici a scopo di lucro. Ottenuto il permesso di compiere scavi a Menfi, Abido e Tebe, portò alla luce una camera sepolcrale inviolata. Mise così insieme un’imponente collezione di mummie, papiri e gioielli, che cercò invano di vendere al Louvre. Meglio così: perché il celebre naturalista e viaggiatore Alexander von Humboldt ne suggerì l’acquisto al re di Prussia. Il quale, oltre ai 100 mila franchi per la collezione, offrì a Passalacqua la direzione del costituendo Museo egizio di Berlino. Un incarico prestigioso che l’ex mercante triestino terrà onorevolmente fino alla morte, a 68 anni.

Articolo di Fabio Pagan pubblicato sul Piccolo del 20 giugno 2018
Articolo di Fabio Pagan, pubblicato sul Piccolo del 20 giugno 2018, con il titolo “Egittologi triestini oggi e ieri”.

Il comunicato stampa della conferenza è stato divulgato dalla piattaforma social «Trieste Cafè» tramite:

1. un articolo nel sito web, nella sezione “Eventi”, con il titolo “Joseph Passalacqua, il 7 giugno conferenza della Dottoressa Pamela Tedesco alla Casa della Musica“;

2. post su Facebook;

3. post su Twitter.

Intervista

All’interno di una diretta di «Trieste Cafè», a cui hanno preso parte più ospiti che hanno descritto diversi eventi non correlati tra loro, Pamela Tedesco ha presentato la conferenza. Qui di seguito si condivide la diretta intera, con tutti gli interventi di chi ha presenziato.

Talk Live! Il talk show di Trieste CafeOspiti della puntata l'assessore al commercio, al volontariato ed alla movida @Lorenzo Giorgi, l'organizzatore di eventi Stefano Rebek di Xverso, la giovane storica Pamela Tedesco ed i ragazzi della 202 Crew.

Pubblicato da Trieste Cafe su Mercoledì 30 maggio 2018