Scheda del libro

Titolo: Leonida
Sottotitolo: Il gladiatore
Autore: Pamela Tedesco Informazioni sull’autore
Sinossi: Leonida, uno schiavo greco poi liberato, per amore è costretto a diventare un gladiatore. Campione indiscusso dell’arena di Aquileia, riuscirà a riconquistare la libertà e a tornare con la sua amata? Un racconto breve per descrivere la condizione del gladiatore nell’antichità romana e la città di Aquileia nel I secolo d.C.
Didascalicamente è una nuova collana di libri pensati per insegnare in modo innovativo attraverso un racconto descrittivo, arricchito da un lessico specifico e corredato da schede di approfondimento. Le schede presenti in questo opuscolo sono: La schiavitù nel mondo greco-romano, Lo schiavo nell’antica Roma, Quanti erano gli schiavi romani?, Quali lavori svolgevano gli schiavi romani?, Uno schiavo come otteneva la libertà?, Spartaco: Il gladiatore più conosciuto, Il gladiatore: uno schiavo.

Pamela Tedesco - Leonida Il gladiatore
Copertina dell’ebook “Leonida”

Il libro è disponibile anche su Amazon.

Indice

Introduzione
Leonida

  • Capitolo I
  • La schiavitù nel mondo greco-romano
  • Capitolo II
  • Lo schiavo nell’antica Roma
  • Capitolo III
  • Quanti erano gli schiavi romani?
  • Quali lavori svolgevano gli schiavi romani?
  • Uno schiavo come otteneva la libertà?

Il gladiatore

  • Premessa
  • Spartaco
  • Il gladiatore: uno schiavo

Appendice

  • Illustrazioni: fonti e attribuzioni
  • Bibliografia

Introduzione del libro

Questo opuscolo è così organizzato: nella prima parte si trova un racconto breve, corredato da illustrazioni attinenti e da schede di approfondimento sulla schiavitù nell’antichità; nella seconda parte, invece, si presentano esclusivamente delle schede di approfondimento incentrate sulla figura del gladiatore; nella terza e ultima parte si forniscono un elenco delle illustrazioni, in cui sono precisate le fonti e i diritti d’autore, e una lista di letture consigliate per approfondire ulteriormente gli argomenti qui proposti.

Il racconto Leonida è una narrazione di fantasia, anche se ispirata alla storia. I nomi dei personaggi, gli abiti, gli elementi architettonici, le azioni e gli eventi descritti sotto tutti riconducibili alla città di Aquileia nel I secolo d.C. e sono tratti da studi scientifici condotti recentemente da archeologi, epigrafisti, filologi e storici.

Le illustrazioni presenti nel capitolo I riguardano la città di Aquileia, che corrisponde all’ambientazione del racconto. Le illustrazioni inserite nei capitoli II e III sono disegni, che riproducono quasi fedelmente alcuni tipi di gladiatori: servono ad aiutare il lettore a immaginare come essi erano abbigliati e armati.

Le schede di approfondimento trattano, nella prima parte, della schiavitù, perché era questa la condizione del gladiatore. Tutte le schede, sia della prima sia della seconda parte, sono volutamente sintetiche, in quanto non si rivolgono allo studioso di storia antica, ma a un lettore generico, che conosce poco o superficialmente questi aspetti della storia romana. Inoltre la scelta del libretto composto da un numero limitato di pagine va interpretata come finalizzata a raggiungere anche un pubblico giovane e non come una scarsità degli argomenti o delle competenze.

La bibliografia suggerita corrisponde sostanzialmente alle principali fonti impiegate per la stesura del racconto e dei testi delle schede.