“La romanizzazione della Venetia et Histria” e altri

Quaderni di it-Historia 1

“La romanizzazione della Venetia et Histria” e altri è il titolo del primo fascicolo della raccolta intitolata «Quaderni di it-Historia» dedicata alla storia, all’archeologia, alla letteratura, alla lingua italiana, ai viaggi e alle escursioni (fascicolo senza regolare periodicità).

Per citare gli articoli presenti in questo numero:
[Titolo dell’articolo], in La romanizzazione della Venetia et Histria e altri, «Quaderni di it-Historia» 1 (2.3.2019).

Sommario

Editoriale

La scelta del nome it-Historia

Historia è un termine latino dai molteplici significati: innanzi tutto vuol dire storia nel senso di complesso delle azioni umane nel corso del tempo. In tali azioni umane vanno inclusi non soltanto gli eventi politici, ma anche i costumi, le istituzioni in cui esse si sono organizzate, tutto ciò che le ha condizionate e ciò che esse hanno coinvolto (fatti geografici ed ecologici, fatti demografici, presupposti antropologici e sociologici, fatti economici). La parola historia talvolta serve a indicare la narrazione dei fatti storici, l’azione concreta di mettere per iscritto quanto accaduto nel corso della storia. Historia, però, significa anche narrazione, resoconto, descrizione di una ricerca. Con questa funzione ritroviamo il termine, per esempio, nel titolo di un’opera antica molto celebre: la Naturalis historia (Storia naturale) di Plinio il Vecchio (23-79 d.C.).

Scegliendo il nome it-Historia, si è inteso alludere sia al significato di narrazione dei fatti storici, sia a quello di descrizione di una ricerca (non necessariamente storica, ma anche per esempio geografica). Il progetto è, infatti, quello di divulgare informazioni, notizie e indagini concernenti la storia, l’archeologia, la letteratura e il turismo tramite il sito web e questi Quaderni.

La particella it anteposta alla parola historia richiama, invece, la rubrica dedicata alla lingua italiana.


Storia

Il Bucintoro

Per circa cinque secoli, ogni anno, nel giorno della Sensa, a Venezia si svolse il rito dello Sposalizio del mare. La cerimonia era divisa in due momenti: prima il vescovo impartiva la benedizione alle acque, poi il doge contraeva il matrimonio con il mare. Tale celebrazione si svolgeva a bordo del Bucintoro, che era più di una semplice imbarcazione: era un simbolo dogale che alludeva alla potenza della Serenissima. Sposandosi con il mare, infatti, il doge riceveva una sorta di investitura sull’Adriatico, che equivaleva a confermare il dominio di Venezia su quel mare… Vai all’articolo completo

Dibattito: la romanizzazione della Venetia et Histria

La prima volta in cui il termine romanizzazione (nell’equivalente francese romanization) è stato usato nel senso di processo di assimilazione dell’Impero a Roma risale probabilmente già al 1833, quando lo storico Jules Michelet ne fece uso nella Histoire de France (Desideri 1991). In seguito non sono mancate riflessioni sul tema da parte degli storici dell’Ottocento e del Novecento, anche se spesso è venuta meno una prospettiva storiografica adeguata. Theodor Mommsen, per esempio, condizionato dal clima politico contemporaneo, riteneva che la condotta espansiva romana si configurasse come un imperialismo difensivo e che vi fosse un progetto da parte della classe dirigente di romanizzazione delle popolazioni barbare conquistate; la sua visione unilaterale di tale fenomeno è opinabile, in quanto non contempla alcuno scambio tra le due parti. Un altro esempio di prospettiva incongrua è quella della storiografia razzistica ottocentesca e novecentesca, per la quale l’imperialismo romano assurgeva a modello di quelli contemporanei; così Francis John Haverfield nel 1905 pubblicava The Romanization of Roman Britain, prima opera di sintesi a riportare il termine romanizzazione nel titolo, nella quale ci sono continui confronti tra l’Impero romano e quello britannico, entrambi elevati a una posizione predominante rispetto agli altri popoli. A partire dagli anni Settanta del Novecento si cominciò a contestare la categoria di romanizzazione; l’antichistica postcoloniale, per esempio, introdusse quella di resistenza delle culture indigene. Il dibattito non si è ancora concluso, anzi recentemente è stato alimentato da tendenze radicali, che talora attribuiscono alle popolazioni autoctone un ruolo di opposizione così forte, che le espone a essere contestate a loro volta (Bandelli 2009)… Vai all’articolo completo


Viaggi

Camas Shannabhait, Scozia

Prima di partire per la Scozia, credevo che vi avrei trovato soltanto coste alte e frastagliate, brughiera e forse qualche spiaggia di sassi. Ho dovuto ben presto ricredermi, perché nelle Highlands mi sono rifatta gli occhi con delle meravigliose spiagge di sabbia, circondate da falesie o dune. Nella mia classifica delle spiagge più belle delle Highlands, il primo posto spetta indubbiamente alla Camas Shannabhait (in gaelico scozzese) nella Sandwood Bay. Collocata nella parte più settentrionale della Scozia, se non si considerano le isole Orcadi e Shetland, si tratta di una estesa spiaggia chiusa ai lati dalle falesie, mentre alle sue spalle una fila di dune la separano dal Sandwood Loch. Per raggiungerla bisogna prendere un sentiero lungo 6,5 km, che si percorre in circa un’ora e mezza, se si mantiene un buon passo… Vai all’articolo completo


Italiano

Sì con l’accento o si senza accento?

Scrivere oppure si non è indifferente e mettere l’accento sulla i non è arbitrario. Cambia persino il significato della parola, quindi bisogna conoscere una norma della grammatica italiana in particolare, che regola la scelta dell’accento sul monosillabo si, e prestare molta attenzione… Vai all’articolo completo

Quaderni di it-Historia
Fascicolo senza regolare periodicità

Responsabile
Pamela Tedesco

Revisore
Luigi Mamilli

Il primo numero dei «Quaderni di it-Historia» intitolato “La romanizzazione della Venetia et Histria” e altri è disponibile anche in formato ebook (epub) su IBS.

Quaderni di it-Historia 1
Quaderni di it-Historia 1

Soluzioni degli esercizi
Sì con l’accento o si senza accento?
Esercizio 1
Forme errate: 1. sì 2. si 3. si 4. Sì 5.sì 6. Si 7. sì 8. sì 9. sì 10. si
Esercizio 2
L’accento va messo nelle frasi: 2, 3, 6 e 8.

Pamela Tedesco

Storica e scrittrice, Pamela Tedesco è l’autrice del sito it-Historia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *